TOP

Enjoy Sahara

Cose da provare in Marocco: l’hammam

Perché fare un hammam in Marocco?

Senza ombra di dubbio perché è una delle esperienze più tipiche e piacevoli che tu possa fare.

Esistono due tipologie possibili quelli pubblici o quelli privati

Quelli pubblici sono sicuramente un’esperienza più local e sarà facile incontrare persone del posto. Hanno un prezzo molto conveniente, generalmente dai 2€ fino a un massimo di 7€ circa. Ovviamente uomini e donne entrano separatamente e spesso ci sono anche orari diversi per l’entrata degli uomini e orari invece per le donne. In questo caso occorre portare il necessario, quindi asciugamano, ciabatte, sapone nero, costume (due pezzi) se si vuole. All’interno è possibile pagare una persona per farsi lavare. Se vuoi scegliere di fare questo tipo di hammam l’unico consiglio che mi sento di darti è di fare attenzione a scegliere una struttura pulita.

Ci sono hammam antichissimi, generalmente collocati all’interno della medina, molto belli architettonicamente. Nella loro architettura, come in gran parte tutto il paese, si può vedere la combinazione e le influenze arabe, berbere e andaluse. Gli hammam tradizionali sono arricchiti con mosaici, stucchi decorati, intarsi di legno.

Oltre ad essere quindi un’esperienza autentica e di connessione con la cultura locale ti porta anche alla scoperta della storia di questo affascinante paese.

Vediamo adesso quelli privati. Esistono o delle vere e proprie spa o anche molti riad spesso ne hanno uno al proprio interno. Generalmente occorre portare soltanto il costume e a volte le proprie ciabatte. Sono appunto privati quindi magari più adatti ad una coppia che preferisce fare questa esperienza insieme. C’è la possibilità di scegliere l’orario in base alla loro disponibilità e spesso è possibile anche aggiungere un massaggio dopo, ci sono vari pacchetti fra cui poter scegliere. Il prezzo di solo l’hammam generalmente si aggira intorno ai 20€ a testa.

Vediamo quali sono gli ingredienti principe di un hammam:

IL SAPONE NERO: è un sapone tipico di questa zona, ha un colore scuro sul marrone e una consistenza abbastanza densa e pastosa. Viene ricavato dall’olio d’oliva e poi spesso viene aggiunto olio essenziale di eucalipto o olio d’argan. Ha un effetto esfoliante, emolliente e nutre in profondità la pelle.

IL GUANTO DI CRINE: serve ad esfoliare la pelle e a togliere tutte, ma proprio tutte le cellule morte.

Vediamo adesso come si svolge un hammam:

La stanza in cui si entra è immersa nel vapore dell’acqua calda e questo contribuisce a far dilatare i pori della pelle. Si lascia l’accappatoio e si entra con il costume, le donne generalmente con solo il pezzo di sotto e molto spesso poi viene tolto anche quello, si resta nudi per poter lavare bene tutto il corpo. In quelli privati ci si accomoda a sedere su grandi panche di marmo e la donna addetta prende vari secchi di acqua calda e li rovescia addosso, con non troppa delicatezza. Dopo ti fa sdraiare e ti spalma su tutto il corpo il sapone nero, poi lo lascia agire per qualche minuto. Quando torna comincia a lavarti con il guanto di crine in maniera molto, molto vigorosa così da togliere tutta la pelle morta. Grazie al vapore i pori della pelle si saranno dilatati e questo processo risulterà ancor più efficace. Poi, se si vuole, fa un massaggio più delicato anche sul viso e lava anche i capelli con lo shampoo. Molto spesso viene spalmato anche dell’olio su tutto il corpo. Vieni poi sciacquato con nuove secchiate di acqua calda. Una volta terminato prendi l’asciugamano e vai a cambiarti.

Consigli:

Ti consiglio, una volta terminato di bere abbondante acqua, perché il corpo tende a disidratarsi.

Ti consiglio di fare questa esperienza non nei mesi estivi, soprattutto se avete la pressione bassa.

Ti consiglio fare attenzione a scegliere una struttura pulita, soprattutto se scegli di fare l’hammam pubblico.

Quando uscirai da quella stanza ti sentirai pulito e rilassato come mai prima, avrai fatto una delle esperienze più tradizionali possibili in Marocco.

Un po’ di storia:

Essendo stato il Marocco sotto il dominio dell’Impero Romano, gli hammam prendono ispirazione dagli antichi bagni romani e così come quelli dell’antica Roma, anche in Marocco, oltre ad essere un vero e proprio rituale è anche un modo per passare il tempo e un luogo d’incontro per fare conversazione.

Ti aspetto, nel prossimo articolo e sulla nostra pagina Instagram per scoprire qualcosa in più sul Marocco e sulla nostra vita nel deserto.

la nostra pagina Instagram

Post a Comment